2 romane in Brasile

Questa estate due ragazze di Bravetta hanno deciso di vivere parte delle loro ferie in Brasile, ospiti nella nostra comunità di Goianira che proprio in quest’anno ricorda i 25 anni di presenza Cric in Brasile. Quello che segue è il ricordo di questa esperienza di Patrizia Bimbi.

Entrando in una casa ho visto schizzare fuori dalla porta un bambino di circa 10 anni con le braccia allargate in segno di accoglienza e di gioia che mi ha abbracciata pur non conoscendomi. Era la casa di Raphael. Questo è il rituale che aspetta tutti coloro che,  pur di passaggio, passano a portare un saluto da un paese così lontano come il nostro.

Grazie a MariaAusilia ho potuto provare queste ed altre emozioni altrettanto forti quando ci ha portato a conoscere i bambini aiutati a distanza dalle famiglie della nostra parrocchia. Alcune situazioni sono indescrivibili, di fronte a cui non sai bene cosa dire: come quando vedi gli occhi di una mamma riempirsi di lacrime perché non sa se con l’ultimo aiuto che riceverà dovrà comperare prima il materiale scolastico per i suoi bambini che in quei giorni iniziano la scuola o riparare il tetto perché, quando sarebbe iniziata la stagione della pioggia, avrebbe piovuto dentro casa. O quando una nonna ti parla dei suoi figli tutti affetti della stessa malattia genetica e del destino a cui inevitabilmente andranno incontro anche i nipoti e ti dice che desidererebbe una lavatrice solo perché non ha più la forza nelle mani e nelle gambe di lavare tutti i panni a mano (è arrivata!!!!). Altre invece ti fanno sorridere di gioia, come quando siamo andati a trovare Leandro (che ha dato una gomitata alla sorella dopo che gli aveva insultato il peluche ricevuto in dono dalla famiglia che lo aiuta),affacciandoci prima sul posto di lavoro della mamma (che ha cercato di costruirsi un futuro, facendo la scuola serale);lei fa la parrucchiera e si è aperta un piccolo negozio accanto a casa, quando siamo arrivati noi faceva la tinta per capelli ad una signora.

2 romane in Brasileultima modifica: 2009-11-13T10:42:24+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento